Non ingrassa e ci rende felici: la pasta finalmente “riabilitata”

Oggi è il World Pasta Day e per l’occasione sono arrivati tanti consigli da esperti, dietologi e endocrinologi per consumare al meglio uno degli alimenti tipici della tradizione culinaria italiana più conosciuti al mondo.

Il primo accorgimento è quello relativo al tipo di pasta che dovrebbe essere sempre integrale: ciò permette di assumere carboidrati a lento rilascio, evitando quindi di alzare troppo il livello di zuccheri nel sangue. Le etichette devono quindi contenere chiaramente la dicitura di farina integrale o 100% integrale.

Per chi è a dieta non è consigliata pasta condita, basterebbe un cucchiaino di olio extra-vergine con aglio e peperoncino, utili a contrastare i grassi e ad accelerare il metabolismo. Un altro “trucco” per evitare il gonfiore addominale è quello di mangiare pasta al dente e sciacquarla con acqua fredda dopo averla scolata.

Ultime due curiosità: prima di un piatto di pasta fa bene consumare della verdura cruda (o anche grigliata), mentre mangiare la pasta a cena non ingrassa e, anzi, aiuta a dimagrire oltre a rilassarci e ad aiutare il sonno.